Anteprima del documento

Il Presidente Nazionale dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (UICI) riconferma il sistema tattile Loges-Vet-Evolution (LVE) come l'unico idoneo a soddisfare le esigenze di mobilità delle persone con disabilità visiva. Inoltre ribadisce la riconosciuta specifica competenza degli esperti dell'I.N.M.A.C.I. circa la normativa vigente sulle barriere percettive e circa la corretta progettazione dei percorsi tattili LVE e delle mappe a rilievo.

Scarica il documento in (PDF)

Riconferma della piena validità ed efficacia del sistema tattilo-vocale LVE integrato con TAG RFG e delle competenze e funzioni dell’I.N.M.A.C.I.

Con la presente nota, l’U.I.C.I. ribadisce che il sistema e il linguaggio dei segnali tattilo-vocali "LOGES-VET-EVOLUTION" (LVE), equipaggiato esclusivamente con Transponder RFG, è quello che attualmente è in grado di soddisfare pienamente le esigenze di mobilità autonoma delle persone con disabilità visiva, rimanendo, pertanto, allo stato attuale dell’evoluzione tecnologica del settore, l’unico da essa raccomandato.

Si ribadisce altresì la necessità che, grazie all’impiego dei TAG RFG, i messaggi vocali affluiscano unicamente alla banca dati a livello europeo garantita e vigilata dalle Associazioni nazionali di categoria per il tramite di I.N.M.A.C.I., dato che una pluralità di banche dati creerebbe confusione e disorientamento, inficiando l’utilità del sistema e mettendo a rischio la sicurezza dei non vedenti.

Allo stesso tempo resta fermo che l’U.I.C.I. mantiene il proprio impegno a proseguire l’attività promozionale relativa al predetto sistema LVE in tutte le sedi ritenute opportune, a livello nazionale e locale. In particolare, si impegna a pubblicare entro 90 gg dalla data della presente un numero speciale del Corriere dei Ciechi dedicato alle caratteristiche peculiari del sistema tattilo-vocale LVE, con qualche esempio di soluzioni progettuali per esterni ed interni, concordandolo con A.D.V.

Eventuali varianti agli aspetti tecnologici del sistema integrato LVE saranno concordate fra le nostre due Associazioni.

Inoltre l’U.I.C.I., in considerazione della riconosciuta specifica competenza degli esperti dellT.N.M.A.C.I. circa la normativa vigente in tema di superamento delle barriere architettoniche senso­percettive e circa la consulenza tecnica sulla corretta progettazione dei percorsi tattilo-vocali LVE e delle mappe a rilievo, favorirà la collaborazione fra lo stesso I.N.M.A.C.I. e le proprie strutture territoriali, nel rispetto delle prerogative e dell’autonomia delle stesse sancite dal proprio Statuto Sociale, per meglio conseguire i comuni obiettivi di una sempre maggiore mobilità indipendente delle persone con disabilità visiva per i loro spostamenti nel tessuto urbano e all’interno degli edifici pubblici e privati aperti al pubblico.